mercoledì 15 febbraio 2017

Insegnamento e apprendimento della lingua araba.

Titolo: Insegnamento e apprendimento della lingua araba. Analisi di alcune grammatiche moderne alla luce delle tendenze glottodidattiche del XX secolo
Autore: Rubina Paparelli
Relatore: Francesco Grande
Correlatore: Antonella Ghersetti
Corso di laurea: Lingue e istituzioni economiche e giuridiche dell'Asia e dell'Africa mediterranea
Tipo: tesi di laurea
Pagine: 277
Anno accademico: 2012/2013
Link: http://hdl.handle.net/10579/4555

Abstract: Il presente studio si propone di analizzare da un punto di vista glottodidattico alcune grammatiche di lingua araba letteraria, sia essa classica (Classical Arabic) o moderna (Modern Standard Arabic), scritte in italiano. Una prima parte sarà dedicata all'illustrazione del campo d'indagine della glottodidattica e delle tendenze che hanno contrassegnato il processo di insegnamento/apprendimento delle lingue nel XX secolo. Si procederà quindi a delineare le metodologie che sono alla base dell'impostazione di un manuale rivolto ai discenti di lingua araba e di madrelingua italiana, al fine di illustrare come diversi modi di concepire l'insegnamento e l'apprendimento della lingua diano origine ad impostazioni didattiche e attitudini all'apprendimento differenti.

Alcune delle grammatiche prese in esame nella tesi.

Nelle nostre biblioteche è possibile trovare alcuni dei testi utilizzati come riferimenti bibliografici, ve ne proponiamo una selezione a questo link: Lingua araba - insegnamento e apprendimento.

A integrazione, vi elenchiamo anche alcune delle risorse disponibili in formato elettronico a cui è possibile accedere come utenti di Ca' Foscari:
- Arabic and national language educational policy
- From Old Arabic to Classical Arabic through the pre-Islamic koine: Some notes on the native grammarians
- Sacred language, ordinary people. Dilemmas of culture and politics in Egypt
- Language as social semiotic: the social interpretation of language and meaning
- The Arabic Readers of Koran

martedì 7 febbraio 2017

Liu Hulan: "Una nobile vita e un glorioso sacrificio"

Nǚ yīngxióng Liú Hú lán: Shanxi Liu Hulan xie zuo zu 
Beijing : Ren min chu ban she, 1975

Lo trovi in: BALI - Studi sull'Asia Orientale
Collocazione: SINCOMP TC E859 I
Verifica QUI la disponibilità


Fra le storie più note della cultura popolare cinese c’è quella di Liu Hulan 刘胡兰 (1932-1947), eroina e simbolo della resistenza contro il Guomindang durante gli anni della guerra civile in Cina. Originaria di un piccolo villaggio dello Shanxi (Yunzhouxi), giovanissima divenne attivista del partito Comunista, per il quale sacrificò la vita nel 1947. Simbolo di coraggio e lealtà al Partito, a lei furono dedicati i famosi versi di Mao Zedong  "生的伟大, 死的光荣", shēng de wěidà sǐ de guāngróng ("Una nobile vita e un glorioso sacrificio"). "女英雄刘胡兰" Nǚ yīngxióng Liú Hú lán (L’eroina Liu Hulan), è un testo in lingua cinese del 1975, che racconta i fatti legati alla vita della giovane , con quello stile narrativo tipico del romanticismo rivoluzionario.

Questo e tanti altri testi nelle biblioteche Bali!

giovedì 2 febbraio 2017

Rainy days




Rainy days / Son Chang-sop ; traduzione di Jeon Seung-hee
Seoul: Asia Publishers, 2015. -96 ; 19 cm
Lo trovi a Ca' Foscari BALI- Studi sull'Asia Orientale COREANA TK LET 362
Controlla qui la disponibilità 
 


Son Chang-sop nasce a Pyonyang nel 1922. Nel 1952 debutta con l’opera “Official holiday”; tuttavia “Rainy days” resta ad oggi il suo più famoso lavoro: si tratta di un saggio breve pubblicato nell’autunno del 1953 all’interno della rivista “Munhak Yesul”. 
“Rainy days” racconta di Dong-wook e di sua sorella Dong-ok dal punto di vista dell’amico Wong-gu, che appare quindi come il narratore della storia. I tre sono rifugiati in Corea del Sud perché oppositori del governo di Pyongyang. I due fratelli conducono una vita miserabile, sopravvivendo a stento grazie al talento artistico della sorella.
La stagione delle piogge costituisce l’elemento fondamentale della storia: non allude soltanto alle critiche condizioni di vita dei personaggi, ma evoca contemporaneamente una condizione fisica e psicologica legata al periodo di guerra.
Nonostante lo scenario grigio, tipico dei giorni di pioggia, faccia da sfondo a tutta la narrazione,  la storia non è del tutto drammatica: la compassione dell’amico Wong-gu che in tutti i modi cerca di rendere la vita dei due fratelli migliore, emerge nonostante il tragico finale.
Non indifferente risulta il contributo dell’opera che fornisce un quadro articolato delle difficili condizioni della società coreana durante gli anni della guerra.

Per approfondimenti sul genere saggi brevi sul modernismo giapponese guardare qui